Golfo dell’Asinara, immergiti nella sua bellezza

golfo dell'asinara

Senso di libertà e la scoperta di territori affascinanti e suggestivi. La Sardegna da sempre riesce a regalare scenari incantevoli, confortandoci grazie al suo clima mite. Se desideri scoprire autenticità, tradizioni antiche e paesaggi incontaminati, stiamo per accompagnarti in un viaggio che porterai per sempre nel tuo cuore. Vogliamo iniziare con il Golfo dell’Asinara, un litorale disseminato dalle più belle spiagge del Nord Sardegna. Ma non solo, infatti potrai restare ammaliato da tanti punti di interesse naturalistico, archeologico e artistico-culturale.

La costa nord occidentale della Sardegna ha un suo profumo. Quello del mare che si sposa con i suoi scogli. I cespi di mirto scossi dal maestrale. Oppure i profumi del cisto e del corbezzolo, che ritrovi nel miele pregiato della zona. Qui il mare fa da padrone e lambisce con i suoi colori le spiagge candide.

Castelsardo, al centro del Golfo dell’Asinara

Il viaggio inizia nella nostra Castelsardo, un’antica roccaforte medievale, caratterizzata dalla presenza del castello dei Doria. Sorge di fronte al mare e affonda le radici nella sua storia millenaria di rocca difensiva. Nel nostro Borgo potrai assaporare la deliziosa aragosta alla castellanese. Poi potrai immergerti nella splendida Punta la Capra, il cui gioco fra mare e scogli crea una vera e propria piscina a cielo aperto. È considerato uno dei Borghi più belli d’Italia, per questo non ti resta che scoprirlo scorcio dopo scorcio.

Non può mancare una visita alla Roccia dell’Elefante. Infatti la Domus de Janas castellanese, oltre ad essere fra le più suggestive e visitate sull’Isola, concorre a diventare un sito UNESCO. Si tratta di un grosso masso di roccia vulcanica (di trachite e andesite) eroso dagli agenti atmosferici che gli hanno conferito il singolare aspetto di un pachiderma seduto.

Originariamente il masso faceva parte del complesso roccioso di Monte Castellazzu dal quale si distaccò rotolando a valle. All’interno, su due livelli, due domus de janas, camere sepolcrali prenuragiche e, sulle pareti, scolpite in bassorilievo, due protomi taurine simbolo del culto del Dio Toro.

A due passi dal Golfo dell’Asinara

Le spiagge del Golfo dell’Asinara sono tra le più rinomate dell’Isola e si caratterizzano per la loro sabbia chiara. Come quella della meravigliosa spiaggia de La Pelosa, che ti incanterà per le sue acque, limpide e cristalline.

Prosegui il tuo viaggio visitando Stintino, adagiata nell’ultimo lembo di Sardegna, che si protende verso l’Isola dell’Asinara come per toccarla. Mostrandosi al mondo come un capolavoro di rara bellezza. Qui assaporerai un modo unico di intendere la cucina di mare.

Infine Capo Falcone, un promontorio dal fascino selvaggio nei cui anfratti il falco pellegrino dà vita ai suoi piccoli.

Il viaggio continua tra Sassari e Alghero

Arriviamo a Sassari, nell’immediato entroterra, storico polo urbano e antica città regia ricca di arte e natura. È il punto di riferimento più importante del Nord della Sardegna. Scopri il Museo Sanna, ricco di reperti storici, o fai un salto alla Fontana di Rosello e alla splendida Piazza d’Italia, simbolo della città.

Ci spostiamo nella natura, alla scoperta del particolare fascino del lago naturale di Baratz, le spiagge di Porto Palmas e Porto Ferro, con i loro colori abbaglianti. Poi, se ami la storia dei Nuraghe, visita il complesso di Monte d’Accoddi, un importante sito archeologico, attribuito alla Cultura di Abealzu-Filigosa, della Sardegna prenuragica.

Continuiamo ad Alghero e la Riviera del Corallo, le perle di questo lato della Sardegna.

Immergiti nel puro blu della spiaggia delle Bombarde. Oppure visita il promontorio di Capo Caccia dove si cela la famosa Grotta di Nettuno. Qui i  riflessi dell’acqua creano giochi di luce sulle pareti, laddove la natura ha ricamato vere e proprie sale con stalattiti e stalagmiti.

Se quello che cerchi è un momento romantico, percorri la strada panoramica che collega Alghero a Bosa, un borgo antico che si adagia sulle sponde del fiume Temo.

Gusta i sapori della tradizione sarda mentre imprimi nella tua memoria gli scatti di un paesaggio tanto affascinante, quanto irripetibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi